La città eterna

La città eterna, crocevia di tutte le strade.

Si dice che tutte le strade portano a Roma e prima o poi anche una delle tue strade passerà per la città eterna.

 

Foto Alfredo Ciccognani‎

Foto Alfredo Ciccognani‎

 

English version 🇬🇧 Here

 

Di Roma si potrebbero creare liste infinite di luoghi da visitare. Ovunque poserai il tuo sguardo, ci sarà  qualcosa di interessante da vedere o visitare. Che ci si trovi per la prima volta o no, Roma ti stupirà sempre con nuovi angoli nascosti da visitare. Capitale d’Italia ma soprattutto una delle città più famose e visitate in Europa, circa tremila anni fa fu la prima metropoli della storia dell’umanità. Centro nevralgico delle maggiori civiltà, influenzò la società, la cultura e la storia dei secoli a venire, dominando l’Europa, il Nord Africa e il Medio Oriente. Passeggiare per le sue strade vuol dire rivivere i tempi del dell’Impero romano, è un tuffarsi continuamente indietro nel tempo, nella grandezza di una delle città più influenti della storia dell’umanità. Il suo centro storico classificato Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, ospita monumenti come il Colosseo, il Foro Romano, il Campidoglio, gli acquedotti, ma anche il luogo più importante del cattolicesimo, la Città del Vaticano: uno stato indipendente all’interno della città. Capitale della Chiesa cattolica per quasi 2000 anni, Roma ha un gran numero di chiese, ognuna delle quali custodisce meravigliose opere di arte e architettura testimonianza dei maggiori artisti della storia. Ma la città eterna è anche famosa per il fascino e la bellezza delle sue numerose piazze,  e delle innumerevoli fontane sparse in ogni dove. Tra queste la bellissima Piazza Navona con la Fontana del Bernini, Piazza di Spagna con la Barcaccia  e la bellissima scalinata di Trinità dei Monti, la meravigliosa Fontana di Trevi.

 

Piazza San Pietro

Il modo più interessante per raggiungere Piazza San Pietro e quello di arrivarci da Via della Conciliazione. Sicuramente tra le piazze più famose al mondo e anche una delle più belle. Con i suoi 320 metri di lunghezza e 240 metri di larghezza, riesce ad accogliere più di 300.000 persone durante i maggiori eventi. Eretta tra il 1656 e il 1667 sotto la direzione del Bernini fu commissionata da Papa Alessandro VII. Con le sue 284 colonne disposte su quattro file il colonnato avvolge la piazza come fossero due braccia. Al centro della piazza un obelisco e due fontane, una del Bernini e l’altra del Maderno. L’obelisco alto 25 metri fu portato a Roma dall’Egitto nel 1586.

 

Foto Alfredo Ciccognani‎

Foto Alfredo Ciccognani‎

 

La Basilica di San Pietro è una delle chiese più belle e famose del mondo. La sua costruzione è iniziata nel 1506 e ci sono voluti 120 anni prima che la chiesa potesse essere consacrata. Al giorno d’oggi con 187 metri di lunghezza e la sua cupola alta 133 metri, San Pietro rimane una delle chiese più grandi del mondo.

 

Colosseo, Fori Romani e Palatino

 

Foto Alfredo Ciccognani‎

Foto Alfredo Ciccognani‎

 

Non si può aver visitato Roma se non si è andati a vedere il Colosseo. Simbolo della città l’ Anfiteatro Flavio è stato luogo di feroci e sanguinose spettacoli che intrattenevano gli abitanti dell’antico impero romano. Luogo essenziale nella visita della città, è uno dei siti archeologici più visitati al mondo.

I Fori Romani furono il centro politico e sociale dell’antica Roma per diversi anni. Nel corso degli anni furono edificati numerosi monumenti che servivano allo svolgimento della vita pubblica, sociale e religiosa. In un secondo momento trovarono posto i più importanti tribunali e il Senato.

Il Palatino è uno dei sette colli di Roma e il luogo in cui Roma prese forma. E’ qui che secondo la leggenda, Romolo e Remo furono allattati dalla lupa in una caverna. Allevati in seguito da una famiglia di pastori, Romolo diventato adulto decise di fondare una nuova città e scelse la collina del Palatino come luogo. L’abitazione è identificata in una capanna denominata Casa Romuli.

Per visitare il complesso, il consiglio è quella di acquistare i biglietti presso la biglietteria del Foro e non al Colosseo. L’ingresso è congiunto per i tre luoghi e iniziando la visita attraverso i Fori o il Palatino si evita di fare nuovamente la fila per l’ingresso al Colosseo.

 

Piazza di Spagna

 

Foto Alfredo Ciccognani‎

Foto Alfredo Ciccognani‎

 

Piazza di Spagna è uno dei luoghi più popolari della città. Con la famosa scalinata del XVIII secolo che collega la piazza e la chiesa di Trinità dei Monti, deve il suo nome alla sede dell’ambasciata spagnola fondata nel XVII secolo. La fontana della Barcaccia situata ai piedi della scalinata fu scolpita da Pietro Bernini per Papa Urbano III. La sua costruzione fu conclusa nel 1627 da suo figlio, Gian Lorenzo Bernini.

 

Castel Sant’Angelo

 

 

Castel Sant’Angelo situato sulla riva destra del Tevere nei pressi del Vaticano, era in origine una mausoleo per gli imperatori romani. Nel 1277 per proteggere il Papa in caso di pericolo, fu costruito un lungo corridoio fortificato che collega il castello alla Città del Vaticano. Durante il terribile saccheggio dell’evento di Roma nel 1527, papa Clemente VII usò questa fortezza come rifugio. Oggi il castello è un museo che offre ai visitatori la vista di affreschi rinascimentali ancora perfettamente conservati e vaste collezioni di armi.

 

Il Pantheon

 

Foto Alfredo Ciccognani‎

Foto Alfredo Ciccognani‎

 

Attraverso piccole stradine lastricate con i famosi san pietrini, proseguiamo per il Pantheon. Costruito come tempio di tutti gli dei, all’inizio del VII secolo fu convertito in basilica cristiana. La sua cupola è più grande di quella della Basilica di San Pietro. Al centro un oculo di 8,92 metri di diametro illumina l’intero edificio. La prima edificazione fu per volontà di Agrippa, ma distrutto dal fuoco venne restaurato prima da Domiziano, e poi da Traiano. L’imponente portico posto all’ingresso sostenuto da meravigliose colonne in granito, porta l’iscrizione originaria di Agrippa che dice: Marco Agrippa, figlio di Lucio, console per la terza volta, lo fece costruire.

 

Piazza Navona

 

Foto Alfredo Ciccognani‎

Foto Alfredo Ciccognani‎

 

Situata nel cuore storico della città, vicino al Pantheon, Piazza Navona è una delle piazze più famose di Roma. Costruita sul sito del vecchio stadio romano di Domiziano, la piazza doveva celebrare la grandezza della famiglia Pamphili di cui il Papa Innocenzo X discendeva. Lo stesso  ne ordinò il rinnovamento ordinando che la piazza fosse ornata con opere di alto valore. Piazza Navona diviene cosi il simbolo della Roma barocca. Al centro della Piazza si trova la Fontana dei Quattro Fiumi, costruita dal Bernini. Le quattro statue che la costituiscono rappresentano i quattro fiumi più importanti dell’epoca: il Nilo, il Danubio, il Gange e il Rio de la Plata. Nella parte meridonale  trova posto La Fontana del Moro fu scolpita da Giacomo della Porta e ritoccata dal Bernini, che aggiunse i delfini. Nell’area nord invece, la Fontana del Nettuno che come quella del Moro fu portata a termina da Gregorio Zappalà e Antonio Della Bitta.

Il patrimonio storico e culturale di Roma è ineguagliabile, secoli di storia si mescolano con la quotidianità del nostro tempo. Con la più alta concentrazione al mondo di opere architettoniche e archeologiche, è il più grande e unico meraviglioso museo a cielo aperto del mondo.

Un plauso è dovuto all’amico © Alfredo Ciccognani‎ che gentilmente ha messo a disposizione le sue foto per la stesura di questo articolo.

 

Photographer: Alfredo Ciccognani

Tutte le foto sono di proprietà di Alfredo Ciccognani

 

Foto Alfredo Ciccognani‎

Foto Alfredo Ciccognani‎

 

Condividi questo articolo con i tuoi amici sui social.

Resta aggiornato su tutto quello che succede su planetcolorphotography.altervista.org

Iscriviti al gruppo facebook Planet Color Photography.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.